I sogni degli altri #4

“Restavano le impronte sui vetri, tracce temporanee del nostro passaggio. Spostavamo le mani continuamente, ricercando ogni volta un nuovo equilibrio, perché l’amore ci faceva cedere le gambe. Sopraffatti da una incontenibile felicità e dalla paura di finire troppo in fretta, guardavamo entrambi fuori dalla finestra. E mentre nella nostra camera si sentivano solo i nostri respiri affannosi, io provavo a immaginare il rumore di tutta la vita che avevamo lasciato andare”.

I sogni degli altri #4
(testo di Francesca Boccaletto, illustrazione di Roberta Cadorin)

 

#4bis

Annunci